House of Cards. Una quinta stagione da urlo

House of Cards season 5
RIPRODUZIONE RISERVATA : Copyright MilanoReporter

Avevamo lasciato gli Underwood in piena campagna elettorale e nel mezzo di una presunta crisi terroristica, ed è esattamente lì che inizia la quinta stagione di House of Cards. E se pensavate che la serie di Netflix avesse perso lo smalto di un tempo vi sbagliavate di grosso.

Se pensavate che vedere il Presidente degli Stati Uniti e sua moglie (Vicepresidente) usare il terrorismo per dividere il paese e proteggere il proprio potere fosse il punto più basso dell’amministrazione Underwood, mettetevi pure l’animo in pace. Nella quinta stagione di House of Cards, quei due riusciranno a fare ben di peggio.

Il terrore destabilizza. Se strumentalizzato, toglie l’attenzione dalla politica interna, presta il fianco al populismo e si lascia cavalcare. Frank Underwood (Kevin Spacey) lo sa bene ed è consapevole che è la sua unica possibilità di sconfiggere Will Convey (Joel Kinnaman), il Governatore di New York e, soprattutto, aitante candidato repubblicano alla poltrona più ambita del pianeta.  Un eroe di guerra, per di più, con una moglie bella ed intelligente al suo fianco. La modernità contro la politica stantia. L’impeto contro l’esperienza. 

House of Cards: gli Underwood non si fermeranno

House of Cards season 5: gli Underwood non si fermeranno

La prima parte della quinta stagione di House of Cards ruota tutta intorno a questo duello elettorale, ma al contrario di altri momenti prettamente politici della serie, non annoia nemmeno per un istante. I candidati se le danno di santa ragione, mentre – in sottofondo – la lotta al terrorismo impazza, strumentalizzata a dovere. Il giorno delle elezioni arriverà in fretta e sarà il primo grande colpo di scena della stagione. Non vi posso raccontare di più, naturalmente. 

Il secondo, grande, elemento attorno a cui ruota la storia è l’indagine sul passato misterioso del Presidente. Gli amanti di House of Cards sanno perfettamente a cosa mi riferisco. Underwood diventò prima Vicepresidente e poi Presidente degli Stati Uniti attraverso fatti e circostanze che definire oscuri è certamente un eufemismo. E questi fatti sono da sempre oggetto dell’interesse di alcuni. Di Tom Hammerschmidt (Boris McGiver), per esempio. Giornalista rinomato che vede piuttosto chiaramente il marcio di cui sono capaci Frank e Claire e non è disposto a mollare il colpo fino a quando non verrà fatta giustizia. Specialmente ora che ha in mano indizi pesantissimi che potrebbero permettergli di inchiodare Doug Stamper (Michael Kelly), il braccio destro del Presidente che, da sempre, si occupa del lavoro più sporco. 

E Claire? Qual è il ruolo del personaggio interpretato da Robin Wright in questa quinta stagione? Naturalmente sarà sempre al fianco del Presidente. Passati gli attriti del passato, i due lavoreranno spalla a spalla per proteggere il loro potere. Il suo ruolo sarà determinante, immaginate che arriverà perfino (attenzione, questo è uno spoiler) a ricoprire il ruolo di Presidente per circa due settimane. Forse, però, la vera novità di questa quinta stagione è vederla commettere alcuni errori. Lasciar uscire il suo lato umano a discapito della cinica macchina perfetta che è sempre stata fino ad ora. Come nella gestione della relazione con lo scrittore Tom, di cui finisce per innamorarsi. Ed è proprio grazie a questa sua ritrovata umanità che Claire Underwood si merita, a mio parere, il premio come miglior interprete della quinta stagione di House of Cards. 

House of Cards season 5: Claire Underwood

House of Cards season 5: Claire Underwood sarà più importante che mai

E pensate che proprio la donna che rende questa serie tanto speciale, potrebbe essere la causa principale della sua fine prematura. La Wright lo ha fatto sapere poco prima di rubare la scena sul tappeto rosso del recente Festival di Cannes: se non riceverà lo stesso trattamento economico di Kevin Spacey lascerà la serie. E, diciamocelo chiaramente, la Casa Bianca non sarebbe la stessa senza la First Lady. Vedremo se Netflix la accontenterà. 

La quinta stagione di House of Cards è stata pubblicata negli Stati Uniti lo scorso 30 maggio. In Italia, i primi due episodi sono disponibili dal 31 maggio e, ogni sette giorni, ne vengono pubblicati due in più.  Giungeremo al season finale il prossimo 12 luglio. E, credetemi, sarà davvero qualcosa di epico. 

Leave a comment

Your email address will not be published.


*